Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Accettando, acconsenti in automatico all'uso dei cookie.

Glossario scansioni 3d e scanner 3d – SCAN in a BOX

Bounding box – Parallelepipedo di contenimento

E' il più piccolo parallelepipedo in grado di contenere un insieme di punti.
fonte wikipedia

Centro range

Centro del volume di lavoro dello scanner.

Clusters – Isole di Punti / Agglomerati

Sono aggregazioni di punti solitamente non appartenenti all'insieme principale dei punti che costituiscono il modello digitale.

Frame rate – Frequenza dei fotogrammi

E' la frequenza di cattura o riproduzione dei fotogrammi.

Master di calibrazione

Il master di calibrazione è una superficie su cui è presente un pattern di marker le cui coordinate sono note con un elevato grado di precisione. Il sistema di scansione utilizza questi punti noti durante la procedura di calibrazione per determinare i parametri interni di funzionamento.

Mesh

Una mesh è un insieme di vertici, spigoli e facce che definiscono la forma di un oggetto nella computer grafica 3d e nella modellazione solida. Le facce consistono solitamente di triangoli, quadrilateri od altri semplici poligoni convessi. E' una rappresentazione continua della superficie di un oggetto.

fonte wikipedia

Outliers – Punti fuori figura

Sono singoli punti non appartenenti all'insieme principale dei punti che costituiscono il modello digitale.

Point cloud – Nuvola di punti

E' un insieme non ordinato di punti 3d caratterizzati dalla loro posizione in un sistema di coordinate e da eventuali valori associati come le normali ed il colore. E' una rappresentazione discreta, quindi non “continua”, della superficie di un oggetto. La grande quantità di punti acquisita dagli scanner 3d può essere rappresentata come una nuvola di punti.

fonte wikipedia

Range image / Depth image – Immagini di profondità

Le immagini di profondità sono una classe speciale di immagini digitali: ogni pixel di un'immagine di profondità esprime la distanza tra un riferimento noto e un punto visibile della scena. Come ogni forma di immagine digitale le informazioni, in questo caso le coordinate dei punti, sono organizzate in una matrice, il che rende esplicita l'organizzazione spaziale dei punti. L'ordinamento così ottenuto è la sostanziale differenza fra immagini di profondità e nuvole di punti.

fonte: Helmut Cantzler - An overview of range images

Rumore

E' il disturbo residuo e indesiderato presente sulla superficie rilevata dal sistema di scansione.

Testa ottica

E' l'insieme fondamentale dei componenti che compongono il sistema di scansione. Solitamente è composta da un sistema che proietta un pattern (proiettore) e degli apparati che rilevano delle immagini (telecamere). Nel caso di SCAN in a BOX la testa ottica è composta da il proiettore e le due telecamere montate sul supporto dedicato.

Texture

E' un immagine bidimensionale che viene riprodotta su una o più facce di un modello poligonale tridimensionale. Le texture sono usate in qualsiasi caso di modellazione 3D che richieda un dettaglio visivo e i colori o disegni sulle superfici, come nei videogiochi, nell'animazione 3D o negli effetti visivi dei film. Le texture rende il modello più realistico, inoltre la sovrapposizione di più texture è utilizzata ad esempio per dare degli effetti speciali ai modelli tridimensionali come luce e nebbia.

fonde wikipedia

Tolleranza generazione della mesh

E' il massimo scostamento consentito fra la superficie generata dalla procedura di generazione della mesh e i punti delle scansioni.